» Visualizzazione predefinita
 
Istituto Alberghiero Trivero
ISTITUTO ALBERGHIERO TRIVERO

Ente Promotore: Provincia di Biella
Valore Progetto: EU. 361.520 (Contributo Regione Piemonte: EU 61.975)
Oggetto: Realizzazione di una centrale termica a cippato da 400 KW a servizio dell'Istituto Alberghiero di Trivero
Tempi Realizzazione: 2001 / 2003
Consumo annuo cippato (stimato): 220 t.
Riduzione annua CO2: circa 160 t/anno


Come è nato il progetto

Nell'ambito delle iniziative rivolte alla promozione e alla diffusione delle fonti rinnovabili sul territorio, la Provincia di Biella ha realizzato una centrale termica della potenza di 400 kW alimentata a cippato di legna a servizio dell'Istituto Alberghiero di Trivero, per una volumetria riscaldata di circa 10.000 metri cubi. Il progetto è stato cofinanziato per il 30% mediante un Bando emanato nel 1998 dalla Regione Piemonte per interventi in materia di risparmio energetico.
Inoltre questo intervento si inserisce in un contesto più ampio di filiera forestale, in stretta collaborazione con la Comunità Montana Valle di Mosso e l'Oasi Zegna; l'approvvigionamento di legna come combustibile deve essere un'operazione ben coordinata finalizzata anche alla corretta gestione delle riserve boschive, con il conseguente vantaggio di una migliore conservazione del territorio e dell'assetto idrogeologico.

Un impianto innovativo

In questo progetto l'Amministrazione Provinciale ha voluto concentrare una serie di accorgimenti tecnologici avanzati che vengono solitamente adottati in impianti di dimensioni superiori a 1.000 kW, con lo scopo principale di realizzare un modello e un riferimento per altre possibili applicazioni sul territorio. Il funzionamento della centrale è completamente automatizzato mediante una centralina elettronica che ne gestisce le operazioni: al rilevamento di un eventuale blocco del sistema a cippato interviene immediatamente la caldaia a gasolio per evitare una discontinuità nell'erogazione del calore. E' stato inoltre attivato un sistema di telecontrollo a distanza per effettuare un monitoraggio completo da parte della ditta Manital e garantire quindi un servizio di assistenza tempestivo ed efficace. In particolare la centrale è dotata di griglia mobile in camera di combustione, di un sistema per la pulizia automatica delle ceneri sullo scarico dei fumi, di un nastro trasportatore e uno spintore per il caricamento del combustibile in caldaia, per essere in grado di utilizzare cippato di pezzature diverse.
La nuova centrale entrerà in funzione affiancando l'attuale caldaia a gasolio (580 kW) che rimarrà operativa per intervenire in casi di emergenza e per la produzione di acqua calda sanitaria durante il periodo estivo, quando il riscaldamento è spento e si procede alla pulizia e alla manutenzione della caldaia a cippato.

I vantaggi ambientali

Oltre alla grande valenza tecnologica occorre sottolineare il risvolto ambientale dell'installazione: una prima valutazione di massima consente di stimare un risparmio di circa 160 tonnellate di CO2 annue emesse in atmosfera.
Istituto Alberghiero Trivero